Lega Serie A crea la media company, rivoluzione per i diritti TV sul Calcio

14 Settembre 2020 416

La Lega Serie A, mercoledì 9 settembre, ha approvato il progetto di creazione di una Media Company che sarà incaricata di vendere i diritti televisivi del campionato di calcio italiano. L'obiettivo è "di non avere più intermediari", come ha sottolineato il presidente Paolo Dal Pino. Inoltre, scartata l'idea di un finanziamento si è preferito accettare la prospettiva di cedere il 10% della newco a un fondo di investimenti per ridare ossigeno alle casse. "Ora ci sono alcuni passi da fare, approfondiremo le due proposte delle cordate per la media company perché ci sono alcuni dettagli da verificare. La Lega ha lavorato per anni con intermediari, ma è ora che il valore resti in casa", ha sottolineato il presidente.

TUTTTI APPARENTEMENTE D'ACCORDO

Durante la votazione nell'assemblea di Milano tutti e 20 i presidenti dei club di Seria A hanno espresso pieno sostegno all'iniziativa. Sebbene precedentemente Claudio Lotito e De Laurentiis avessero suggerito strade alternative l'idea della media company alla fine ha coagulato tutto il consenso. Ma questo è pur sempre il primo passo e nel percorso potrebbero emergere criticità, anche perché se da una parte le dirigenze dei grandi club come Juventus, Milan, Roma, Fiorentina e Torino ne sono entusiaste, quelle di Lazio e Napoli un po' meno per motivi diversi. D'altronde la delibera indica solo di "proseguire le attività necessarie alla creazione di una media company" e di "individuare un partner di private equity". Inoltre per la negoziazione dei termini il presidente non potrà agire da solo, ma dovrà farsi affiancare. Si parla poi di una "governance" paritaria: l'AD dovrebbe essere designato dai fondi e il presidente dalla Lega. L'ultimo capitolo è politico poiché alcuni sostengono che l’ingresso di fondi internazionali nella Lega Serie A possa rappresentare un pericolo per gli interessi nazionali (!).

IL NODO DEI FONDI DI INVESTIMENTO

Rimangono sul tavolo le due offerte pervenute dalla cordata Cvc, Advent e Fsi (1,625 miliardi) e dal duo Bain-Nb Renaissance (1,35 miliardi più bonus e minimo garantito per la vendita dei diritti tv 2021-2024). La decisione finale dovrebbe essere presa durante la prossima assemblea o comunque entro fine mese. "Se non andasse in porto la trattativa, l’unica soluzione resta la media company, indipendentemente dalla presenza dei fondi, ma sarebbe l’ultima istanza", ha assicurato Dal Pino.

"È stata una buonissima decisione, un cambiamento epocale che valorizzerà molto di più il calcio italiano. È stato dato un bel segnale di unità, perché è nell’interesse della serie A fare una scelta di questo genere, delegando la gestione a manager competenti che saranno scelti dal fondo di private equity. È un successo di Dal Pino: ha introdotto elementi di novità, ha esperienza notevole anche sugli argomenti calcistici", ha commentato Urbano Cairo, il presidente del Torino.

PERCHÈ UNA SVOLTA EPOCALE?

Prima di tutto cedendo un pezzo di Seria A a un Fondo sarà possibile incamerare nuovi capitali e guardare al futuro con maggiore tranquillità. Ovviamente questo consentirà anche di salvaguardare la contrattazione dei diritti televisivi, senza dover accettare troppi compromessi per disperazione – il lockdown ha lacerato i conti. In secondo luogo, eliminando realtà intermediarie come ad esempio Mediapro, Wanda o altre società, aumenteranno i margini e salvaguardati gli interessi della Lega e delle squadre. Non bisogna dimenticare che gli ultimi anni sono stati segnati da controversie legali, aste deserte, ricorsi in tribunali e azioni dell'Antitrust. Ovviamente si tratta dell'avvio di un percorso a lungo termine che prevede peraltro tutta la gestione sportiva al 100% in capo alla Lega e le attività commerciali ed economiche del campionato confluire nella newco.

Il presidente Dal Pino sa bene però che la rinnovata linfa economica potrebbe far gola ai grandi club e quindi dovrà compiere un equilibrismo per soddisfarli senza segare le gambe ad altri progetti più lungimiranti. Bisogna infatti risolvere i problemi legati agli stadi, il settore giovanile, la sicurezza, etc.

IL DECRETO MELANDRI DEL 2008

Il Decreto Melandri è chiave per comprendere gli sviluppi degli ultimi anni poiché impone che i diritti audiovisivi per le trasmissioni in diretta della Serie A siano assegnati con contratto triennale tramite un'asta pubblica. Vi possono partecipare i broadcaster e i broker. Nel primo caso vige il divieto di esclusiva multi-piattaforma, mentre nel secondo c'è l'obbligo per gli intermediari di piazzare i contenuti ai vari operatori senza fare discriminazioni. In ogni caso vale la suddivisione in pacchetti stabiliti dalla Lega nel rispetto delle indicazioni antitrust.

L'ultima volta la Lega Calcio non ha trovato un accordo con i broadcaster e quindi le due aste organizzate sono andate deserte. A quel punto si è fatto avanti il broker Mediapro e dopo aver vinto con una cifra di poco inferiore al miliardo di euro sono nati i problemi. Avrebbe voluto rivedere i diritti violando due paletti: alterare i pacchetti confezionati dalla Lega e vestire i panni anche di media company realizzando progetti editoriali. Di lì in poi è esplosa una querelle con l'Antitrust, Sky ha coinvolto la giustizia ordinaria, Mediapro ha chiesto la restituzione della caparra, etc. Alla fine il banco è saltato e con una nuova asta i diritti sono stati assegnati a Sky e a DAZN. Dopodiché la Lega ha compreso che diventando essa stessa un broker avrebbe potuto semplificare le procedure. Ed eccoci a oggi.

I DIRITTI TV 2021-2024

A breve la Lega pubblicherà l'atteso bando per i diritti TV 2021-2024: inizialmente quello dedicato agli esteri poi quello per il mercato domestico. L'esito è ancora incerto, ma nel caso non dovessero esserci offerte il piano industriale prevede già i fondi per un eventuale canale TV ad hoc.

IL COMMENTO

Una newco della Lega Serie A che funziona come broker potrebbe essere una soluzione ideale per avere maggiore controllo sui contratti e le assegnazioni dei diritti. È pur vero però che i principali club potrebbero esprimere maggiore potere rispetto a prima, mettendo in secondo piano gli interessi generali. Si tratta di un sistema complesso dove nessuno può fare a meno degli altri: squadre, Lega Serie A e operatori. Gli utenti finali sembrano essere considerati marginali, soprattutto perché il nodo di cui nessuno parla è il Web. Se oltre a Sky, Dazn e altri broadcaster tradizionali si affacciassero realtà come Google o Amazon cosa succederebbe? La sensazione è che si rinnovi il sistema per difenderlo meglio dal nuovo che avanza.


416

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ninuzzo

Come mai siete andati tutti via?

Mario Cacciapuoti 85

Si ma quello doveva obbligatoriamente essere abbinato ad un alto ticket ed il prezzo lievita abbastanza,
Mentre quello squadra del cuore era possibile acquistarlo senza altri pacchetti

Francesco Romani

però da certi commenti capisci 2 cose: o son ricchi sfondati o son scemi, dato che questa formula sarà molto piu cara del attuale

Francesco Romani

su sky c'è era anche tikcet calcio, che ti faceva vedere tutta la serie A per 100 euro per un anno

Roberto
Dario d'Elia

La redazione storica di Tom's non esiste più. Siamo andati praticamente tutti via. ;-)

zlatan regna

piacerebbe pure a me, probabilmente a tutti, ma ci perderebbero troppi soldi....

Keres

Dove posso informarmi a riguardo? qualche dritta pls :D

Josè.pH

36,50 ma quando finisce la promozione a quanto arrivi a 80€ ? calcio+sport+dazn siamo a 40€ al mese euro piu euro meno..

Alex

Ti dan fastidio i poveri ? Hai sbagliato paese cocco

Mario Cacciapuoti 85

Si con Premium sul digitale senza parabola, e poi anche Sky per un paio di anni ha proposto il "ticket" squadra del cuore

Roberto

Da quando Dario d'Elia collabora con voi? Non era nella redazione di Tom's?

Michele Brunetti

Sarebbero circa 36€ al mese

Francesco Bari

30 + iva

Gis80

leggendo i commenti credo che a molti (non tutti per fortuna) non è chiaro che sicuramente si pagherà più di quanto si paga attualmente, nella logica della lega per ogni abbonato vogliono 30€ io l anno scorso pagavo 36,50€ per Sky Tv + Calcio +sport+ Cinema e dazn incluso...

Francesco Bari

Finirà malissimo. I soldi che vogliono i presidenti sono fantascienza. 30 euro + iva per la sola serie A è piu' di quanto costano oggi DAZN + pacchetto Calcio di Sky, che oltre alla seria A offrono anche altro. Addirittura a poco piu' di 30 euro ti danno Calcio + Sport + Dazn gratis. Perché dovremmo pagare 30 euro + iva per la sola serie A? Questa genialata porterà al crack del sistema calcio in Italia (che potrebbe non essere un male, per carità, magari si riparte con persone piu' lungimiranti).

Michele Brunetti

Non hai neanche contato quei due scemi

checo79

la sagra del disagio sti commenti
1-vogliono più soldi il che stride con un abbassamento di prezzi
2-le emittenti pagano di più il che stride con la mancanza di esclusive
3-vogliono più player- va da se che è probabile che per seguire una squadra servano più abbonamenti di ora

a meno che non facciano un loro canale e lo vendano ai broadcaster ma lo andresti a pagare minimo 30€ per la sola serie a

Mattia Petrelli

Già, sembra passato un secolo. Erano i tempi del monopolio completo di Tele+, quando erano in grado di offrire tutte le partite di tutte le 18 squadre di A

ciro mito

Con sto film ce sto a combattere da giorni , non è possibile essere così ottusi.
L'assolutismo senza un contesto è il nuovo male incurabile

ciro mito

Te devi da svegliareeee

ciro mito

Atteggiare di che ma leggi meno str0nzate e magari leggi qualche recensione degli addetti ai lavori .
Bestano le prime tre recensioni italiane " cuties recensione".
Quanto ha rotto i cogl0n1 sto puntare il dito senza nemmeno conoscerne il contesto e tutti dietro come pecore alla ricerca di mostri , sta giustizia sommaria da 4 soldi che rovina le persone.
Lasciamo stare.

Alex 15

Esisteva questo pacchetto?

Desmond Hume

Io capisco il volersi atteggiare a sommelier cinematografici ma certi contenuti sono oggettivamente fuori luogo e rivoltanti perché ammiccanti ad un certo pubblico tipo i morbosi ingrandimenti sulle zone delle parti intime, imdb ha anche moderato certe valutazioni rispetto a prima ma qualcosa si può ancora cogliere https://www.imdb.com/title/tt9196192/parentalguide#advisory-nudity , prima erano più espliciti:
https://uploads.disquscdn.c...

E provo un grande disagio anche al pensiero di questi che fanno il provino a 600 undicenni twerkanti in francia.
Sono il primo a dire che l’arte non dovrebbe essere censurata ma questi il buon senso proprio non sanno dove sta di casa.

Nino Entradalbar

Non va tramite Android gmx di creare account o mi trovo fottuto.

Nino Entradalbar

Non l'ho vista....

Nino Entradalbar

Ottimo, ora provo, ma con questo account non posso piu'entrare, mi cancellano i post, sono preso di mira. Speriamo che funziona con Opera gmx arriva Pino silvestre.

Carlito58

Cosi' spendi ancora di piu'.

Carlito58

Io solo per sentire le minkiate di Meda pagherei anche 200 euro al mese.

Carlito58

Guarda che Zaniolo mica scherzava!

Carlito58

Si tranne l'Inter.

Carlito58

Li porto bene vero? :P ahahah

ciro mito

La sessualizzazione dei bambini è ovunque ma pare che venga vista solo in questo film.
Nessun critico lo ha definito tale e invece orde di "indefiniti" ,che non ha capito una sega, ha puntato il dito dopo aver visto solo i due minuti finali.
Ne ho già discusso altrove e non mi va di proseguire.

Mah quanto potrà costare un canale lega, e poi guadagneranno più che vendere i pacchetti? Mah. Voglio troppi soldi per quello che vale la serie a

Francesco Romani

sei proprio ricco

Aristarco

Ma 58 è io tuo anno di nascita?

Michele Brunetti

36€ al mese. Sen'era già parlato tempo fa

Michele Brunetti

Ma anche per tutte le altre squadra la situazione è quella. Siamo tutti sulla stessa barca.

Yui Hirasawa

Dovrebbero farlo tutti e giudicare da soli ma vedo che al giorno d'oggi è più facile firmare petizioni e lamentarsi su internet

Yui Hirasawa

Dovrei recensire i porn* :D

Yui Hirasawa

Le scene sono contestualizzare, in america coi vari concorsi di bellezza fanno peggio. Netflix ha sbagliato il marketing ha voluto fare il loro solito metodo scandalizzare per far parlare di sé, ma poi chi è che vorrebbe farlo diventare un movimento?

GTX88

Lol

Desmond Hume

Giusto! Se ha vinto un premio è intoccabile!
Specialmente se si tratta del Sundace di cui uno dei soci fondatori è stato arrestato per violenze sessuali nei confronti di una ragazzina di 9 anni. Tra l’altro per la seconda volta. Epstein sarebbe fiero di te.

https://uploads.disquscdn.c...
https://uploads.disquscdn.c...

Dino Senatore

Non lo dissi io questo.

Dino Senatore

E tu non vuoi fregare me e Nino. ;)))

Dino Senatore

La tastiera QWERTY

Dino Senatore

La conosci, e' una bella Dinosaura.

Dino Senatore

Questo non sa cghe era un Difensore, ho vinto tutto con quella Squadra prima di cederla al Cinese di Elliot.

GTX88
Dino Senatore

Era il tuo comento e' brutto Senatore...

Games

PlayStation 5 vs Xbox Series X e Series S: quale scegliere | Video

Android

Recensione Poco X3: vocazione gaming, di ristretto c'è (quasi) solo il prezzo

Eventi

HDblog ed Asus vi invitano a Roma: sfida Zenfone 7 Pro al FlipTour | Ultimi posti

Android

LG Wing: qualcosa di originale ma sorprendentemente "normale" | Video